FAMagazine. FAM. Research and project on architecture and design

La porta del Pantheon, il ‘muro’ di Alberti e quello di Chillida. Forme dell’ipogeo e l’architettura degli spazi cavi

Giuseppe Ferrarella

Abstract


Nessuna forma e nessun tipo sembrano potersi ricondurre univocamente alle architetture del sacro, eppure molti di questi siti posseggono un carattere comune: l’idea dello spazio ipogeo.  

Se in alcuni di questi luoghi – soprattutto i più antichi – lo spazio è prodotto di un reale movimento materico, in altri – più recenti – ciò è riprodotto dalle forme massive, dalle logiche di sottrazione dei volumi, dalla concezione dello spazio come luogo ‘cavato dal pieno’.

È difficile, se non impossibile, risalire alle origini di questa esigenza apparentemente comune a molte culture, e sebbene sia affascinante pensare che tutto ciò abbia genesi nel gesto dello scavo delle prime tombe, l’ipotesi rimarrebbe indimostrabile. Attraverso tre rapide incursioni, si tenterà una riflessione sul senso dello spazio nei luoghi deputati al sacro ed al rito.


Parole chiave


Ipogeo; Composizione; Somiglianza

Riferimenti bibliografici


Algarin Comino M. (2006) – Arquitecturas excavadas. El proyecto frente a la construcción del espacio, Fundación Caja de Arquitectos, Madrid

Boullée É.T. (2005) – Architettura. Saggio sull’arte. Einaudi, Torino

Eliade M. (2018) – Arti del metallo e Alchimia, Bolati Boringhieri editore, Torino

Espuelas F. (2011) – Il vuoto. Riflessioni sullo spazio in architettura,Christian Marinotti edizioni, Milano

Goethe J.W. (2015) – Faust e Urfaust, Feltrinelli, Milano

Grassi G. (2007) – Leon Battista Alberti e l’architettura romana, Franco Angeli, Milano

Loos A. (2005) – Parole nel vuoto, Adelphi Edizioni, Milano

Martì Arìs C. (2007) – La centina e l’arco. Pensiero, teoria e progetto in architettura, Christian Marinotti ed., Milano

Moretti L. (1952-1953) – “Strutture e sequenze di spazi”. Spazio, 7, p. 10

Nicoletti M. (1980) – L’architettura delle caverne, Laterza, Bari, p. 195.

Venezia F. (2011) – Che cos’è l’architettura. Lezioni, conferenze, un intervento, Electa, Milano

Venezia F. (2012) – Divertimento. Un’interpretazione del Guggenheim Museum di Frank Lloyd Wright, il Melangolo, Genova




DOI: http://dx.doi.org/10.12838/fam/issn2039-0491/n57/58-2021/703

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.




Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-ShareAlike 4.0 International License.


FAMagazine. Scientific Open Access e-Journal - ISSN: 2039-0491 ©2010-redazione@famagazine.it