Luigi Vietti Fotografia di Porto Cervo [FAMagazine]

L’architettura turistica di Vietti in Costa Smeralda tra tradizione e finzione.

Alessandra Cappai

Abstract


La Costa Smeralda nasce nei primi anni Sessanta nelle costa nordorientale della Sardegna. 
Mentre nel resto d’Europa il boom turistico del secondo dopoguerra significava la democratizzazione delle vacanze e la diffusione del turismo di massa, la Costa Smeralda nasce in antitesi alle altre destinazioni turistiche di massa sorte nello stesso periodo. La condizione insulare e la natura incontaminata diventano simbolo dell’esclusività per una clientela d’élite alla ricerca di un enclave paradisiaco. Luigi Vietti sará il principale esponente del Comitato di Architettura della Costa Smeralda. Il processo di costruzione del paesaggio e dello spazio turistico è messo in relazione con il contesto italiano del secondo dopoguerra, in conflitto tra il recupero della tradizione e l’innovazione del movimento moderno. Nei progetti di Vietti, la riproduzione di un immaginario tradizionale mediterraneo e il rispetto degli elementi naturali e antropici preesistenti, saranno la base dell’architettura e pianificazione del paesaggio turistico.


Parole chiave


Architettura turistica; Architettura vernacolare ;paesaggio mediterraneo

Full Text

HTML PDF

Riferimenti bibliografici


AA.VV. (1973) – “I neo-paesi”. Abitare, 119, 94-109.

BANDINU, B. (1982) – Costa Smeralda. Come nasce una favola turistica, Ed. Rizzoli, Milano.

BARISIONE S. e SCELSI, W. (1999) – Luigi Vietti: Architetture liguri. Erga Edizioni, Genova

BIANCHI, G. e GIARDIN, G. (1999) – Case di Sardegna. Ed. Archideos, Milano

CAPPAI, A. (2013) – “LA RIVISTA CASABELLA CONTINUITÀ (1956-1964)/CASABELLA(DESDE 1965)”. In: AAVV, Turismo Liquido. Universidad de Málaga y Escuela Técnica Superior de Arquitectura de Málaga.

CAPPAI, A. e ALVAREZ I. (2012) – “Le seconde case in Sardegna: un potenziale modello urbano e turistico per il futuro del litorale”. L’architetto italiano, 48, 20-23. Mancosu Editore, Roma.

CONSORTI, C. (1997) – “Roma, Napoli, la Sicilia.” In F.Dal Co (a cura di), Storia dell’architettura italiana. Il Secondo Novecento, Vol.II. Electa, Milano

CONSORZIO COSTA SMERALDA (1962) – Statuto e Regolamento Edilizio del Consorzio Costa Smeralda.

DELL’AIRA, P.V. (1997) – Luigi Vietti. Progetti e realizzazioni degli anni ’30. Alinea Editrice, Firenze.

ROGERS, E. (1984) – “Homo additus naturae”. Casabella, 283, 2-4.

TENTORI, F. (1963) – Casabella, 280.

TENTORI, F. (1984) – “Ordine per le coste italiane”. Casabella, 283 5-19.

TRILLO, C. (2003) – Territori del Turismo, tra utopia e atopia. Alinea Editrice, Firenze

VON SCHWARZWE, D. (1969) – “Neosardischer Stil = Florasarda+ Stradasarda+ Alisarda+ Biancasarda+ Cerasarda+ Marinasarda= Costa Smeralda”. In Baumeister, 8, 1003-1009.

www.consorziocostasmeralda.com (Ultimo accesso 10 aprile 2014)




DOI: http://dx.doi.org/10.1283/fam/issn2039-0491/n48/49-2019/244

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.




Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-ShareAlike 4.0 International License.


FAMagazine. Scientific Open Access e-Journal - ISSN: 2039-0491 ©2010-redazione@famagazine.it