Immagine di copertina

La forma dell'assenza. Riflessioni su città, memoria e monumento a partire dal progetto per Braunschweig di Luigi Snozzi

Carlotta Torricelli

Abstract


Quando l’architettura è chiamata a dare figura a ciò che non c’è più, l’arte del costruire affronta la sfida di trasporre in immagine il vuoto della perdita. Si trova, difatti, a fissare un determinato segmento temporale all’interno del fluire dinamico della memoria collettiva, a radicare l’evento che è chiamata a rappresentare nella specificità di un luogo, a definire un preciso immaginario, tra i molti possibili, che contribuisca a collocare quel trauma all’interno della narrazione corale cui prende parte. Interrogando le potenzialità implicite nell’intimo legame che sussiste tra costruzione e distruzione, si affronta una riflessione sul rapporto tra memoria e città, a partire dall’indagine intorno a un progetto in cui una realtà urbana cancellata viene ricostruita in negativo nel suolo, come un’impronta, e tradotta, essa stessa, in monumento.


Parole chiave


Figurazione; Monumento; Eterotopia

Riferimenti bibliografici


Baudrillard J. (2009) – Lo scambio simbolico e la morte, Feltrinelli, Milano.

BERTOLACCINI L. (2004) – Città e Cimiteri. Dall’eredità medievale alla codificazione ottocentesca, Edizioni Kappa, Roma.

BRETON A. (2003) – Manifesti del surrealismo, Einaudi, Torino.

CACCIARI M., Rella F., Tafuri M., Teyssot G. (1977) – Il dispositivo Foucault, CLUVA, Venezia.

CANETTI E. (2017) – Il libro contro la morte, Adelphi, Milano.

CATTANEO C. (1972) – Opere Scelte, Vol II Scritti 1839-1846, Einaudi, Torino

CROSET P.A., Peghin G., Snozzi L. (2016) – Dialogo Sull’insegnamento Dell’architettura, Letteraventidue Siracusa.

DEL BUFALO A. (1992) – La Porta del giardino dei silenziosi. Monumenti cimiteriali e cimiteri monumentali del museo vivente del passato, Edizioni Kappa, Roma.

DISCH P. (1994) – Luigi Snozzi: costruzioni e progetti 1958-1993 - buildings and projects 1958-1993, ADV Publishing House, Lugano.

ETLIN R. (1984) – The Architecture of Death. The Transformation of the Cemetery in Eighteenth-Century Paris, MIT Press, Cambridge (Mass.)

FISCHER D. e Schindel H. (2020), “Luigi Snozzi: Dichte und Leere. Ein Gespräch mit dem grossen Architekten Luigi Snozzi in Monte Carasso – und eine Wiederbegehung seines städtebaulichen Lehrstücks”. In TEC21, 9, 24-36.

FOUCAULT M. (1980) – Le parole e le cose. Un’archeologia delle scienze umane BUR, Milano.

GAMBARO M. e Snozzi L. (2015) – “Dialogo, Costruire lʼarchitettura per lʼuomo”. TECHNE, 09, 307-314

KAUFMANN E. (1979), Tre architetti rivoluzionari. Boullée, Ledoux, LEQUEU , Franco Angeli Editore, Milano.

LEDOUX C.N. (1983) – L’Architecture, The Architectural Press, London.

PETRANZAN M. (2014) – “La presenza dell’assenza”. In Leoni M. e Pigafetta G. (a cura di), Architettura: il duplice sguardo su vita e morte, Il Poligrafo, Padova.

SNOZZI L. (1984) – “Ein neues Stadtkonzept - Denkmal der Zerstörung”. Werk, Bauen + Wohnen, 7, 34-35.

SNOZZI L. (1984) – Progetti e architetture 1957-1984, Electa, Milano.

STRAVINSKIJ. (1995) – Poetica della Musica, Edizioni Studio Tesi, Pordenone.

VIDLER A. (1994) – Claude-Nicolas Ledoux 1736-1806, Electa, Milano.

VONNEGUT K. (2007) – Mattatoio N.5 o La crociata dei bambini, Feltrinelli, Milano.

WILKINSON P. (2018) – Atlante delle architetture fantastiche. Utopie urbanistiche, edifici leggendari e città ideali: cosa sognavano di costruire i massimi architetti al mondo, Mondadori, Milano.




DOI: http://dx.doi.org/10.12838/fam/issn2039-0491/n57-2021/691

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.




Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-ShareAlike 4.0 International License.


FAMagazine. Scientific Open Access e-Journal - ISSN: 2039-0491 ©2010-redazione@famagazine.it